Blog: http://suibhne.ilcannocchiale.it

Pioggia d'agosto e una domanda complessa

Se una sera, mettiamo questa sera, esci di casa in macchina, alle otto e mezza per andare a vedere “Carmilla” con Elisabetta Pozzi ad un festival teatrale sul sagrato di San Matteo, perché in questo periodo stai studiando il tema del sangue come cura nella letteratura medievale e Carmilla beh, è sangue... non cura ma pur sempre sangue e poi perché beh, Elisabetta Pozzi è brava, se poi dopo il teatro passi a casa da un’amica e poi andate con lei e la sua coinquilina a bere una birra in un pub sul mare Ma torno a casa presto, se poi chiacchierate e le birre diventano due non di più, devo guidare e venendo qui ho visto un finanziere fermare una porche, non vorrei fosse premonitore e torni verso la macchina alle due e mezza, se proprio in quel momento, in cui tutti e tre cercate di fotografare, chi con la macchina fotografica, chi con il cellulare, due ubriachi che dormono sotto una palma, uno con un calzino bucato e uno con un cartone di tavernello sotto il culo, se proprio in quel momento, dicevo, inzia a piovere e poi piove sempre di più e tu ti accorgi che, mentre le due abitano molto vicino, tu devi andare a prendere la macchina non molto vicino perché da sempre, da quando hai preso la patente nove anni e mezzo fa dici che Meglio un posteggio facile distante che un parcheggio difficile vicino, anche perché magari un parcheggio vicino non c’è, anche se in realtà è un martedì sera d’agosto e a Genova problemi di parcheggio nei martedì sera d’agosto non ne esistono, ecco se devi raggiungere quella macchina parcheggiata non molto vicino, ti bagni di più se cammini o se corri?


Pioggia

Stasera ho provato a camminare e a correre ma non sono riuscito a trovare una risposta. Ovviamente ora non piove più.

Pubblicato il 8/8/2007 alle 3.26 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web