.
Annunci online

suibhne
Voglio sui miei taccuini scrivere le bazzecole che mi frullan per il capo, dar di morso a chi mi attacca, liberar la mia bile...
4 agosto 2009
La ggeografia

L'intercity 516 dovrebbe arrivare da Salerno e ripartire da Roma Termini alle 9.46, ma lo farà soltanto alle 10.46. Salgo già estenuato nella carrozza 6 e noto con dolore i miei compagni di scompartimento: un giovane genovese con pancia e tette, poverino, nonché coda di cavallo, Settimana Enigmistica compilata a fatica, iPod nelle orecchie e saliva gocciolante dal labbro inferiore quando dorme. Una signora siciliana, spaventata all'idea di perdere la fermata di Pisa, che da Civitavecchia in avanti telefonerà ossessivamente a chissà chi per farsi dire esattamente quante fermate mancano a Pisa. Una nonna salernitana, con vene varicose e una pancia inimmaginabile, con due nipotini, la femmina decenne con camicia blu (e i bottoni soffrivano a contenere la ciccia) e Antò, che di anni ne avrà otto ma che fa tanto casino da sembrare un supplizio. Mentre mi siedo e cerco di essere invisibile, con l'iPod e le cuffie nuove che trasmette i Bright Eyes, con questo libro sulle ginocchia che non riesce a convincermi, i due bambini si scambiano vorticosamente posto, cantano in vernacolo, si fanno foto col cellulare e rispondono al posto della nonna al cellulare.

Con lentezza estrema il treno raggiunge la stazione di Massa Centro e io sento già che casa si avvicina.


Antò: Nonna, in che regione si trova Massa?

Nonna: Eh... si trova nel Centro... vedi che c'è scritto? Comunque chiedilo a tua sorella!

Sorella: Non lo so, io ho studiato l'Europa!

Antò: Ma l'Italia non è in Europa?

Nonna: Eh... che ne so...

Sorella: Eh ma io ho studiato l'Europa!

Antò: Ma sì che è in Europa! L'Italia è in Europa, l'Europa è nel Mondo, il Mondo è 'n miezzo ai preti


Io non ho idea di cosa volesse dire, il pupo, so che ho alzato il volume dell'iPod.



trenitalia

30 luglio 2008
Ennesima internazionale

Mentre stamattina mi chiedevo come mai fosse il 30 luglio, si morisse di caldo e io stessi andando in biblioteca, mi interrogavo su un sondaggio di cui ha informato oggi la radio: il 60 per cento dei francesi è favorevole all'annessione del Belgio vallone (ma gli fate pure la domanda!?), mi domandavo perché non mi sembrasse ancora estate e pensavo a cosa fare a Ferragosto, ho visto in lontananza, nello spiazzo della BnF, un gruppo di tre ragazzi che mi hanno per un attimo fatto credere di essere in via Balbi e non davanti alla Bibliothèque nationale de France.

Avevano i pantaloni lunghi, blu, ostentatamente non jeans, cintura nera e camicia azzurrina scialba, ma poteva essere biancastra. In mano, ed è stato il campanello d'allarme, dei giornali, una cartellina rigida blu scuro in finta pelle e dei volantini con stampigliato in rosso.
Lotta Comunista? mi dico Pure qui? Mi avvicino e "Ciao, ti interessa un corso sul marxismo?" Diamine! Deve esistere da qualche parte una Ennesima Internazionale in cui formano dei giovani missionari di Lotta Comunista! Come capita a quei mormoni con cartellino attaccato al petto che ti dice il nome e di dove sono, di solito si tratta di uno stato americano sfigato dove vince sembre Bush. O come capita ai preti o a Scientology. Per tutte e quattro queste buffe categorie non riesco a capire cosa spinga dei giovani ad aderire, ma si sa che non capisco mai 'ste cose...

Però io me la immagino la sede dell'Ennesima Internazionale: file interminabili di pantaloni blu ostentatamente non jeans, cinture nere, camice azzurrine scialbe, ma pure biancastre... Soprattutto piloni di cartelline rigide blu scuro in finta pelle, con tanto di molletta di metallo in alto. E immagino quelle sconfinate aule dove ripetono a memoria Ciao compagno! Ti interessa un corso sul marxismo? e poi Ci vediamo davanti allo Spizzico di Brignole e poi andiamo tutti nella sede di via Archimede, Ma lasciami il tuo numero così mi confermi se vieni! Cinque euro per il giornale? Sottoscrizione per il Primo Maggio Proletario! E' l'Ennesima Internazionale che decide dove mandarli, perché non so se avete notato, i ragazzi di Lotta comunista non sono mai della città in cui sono in missione. Un po' come i carabinieri ma con meno barzellette a riguardo.

E poi i immagino quando vengono diplomati, tra tamburi marziali (non certo bonghi da molle riflusso di una sinistra che ha tradito il proletariato) e mazzi di kimilsunghia, in una sezione che assomiglia da morire a una ex sezione dei DS.

DIARI
7 agosto 2007
Pornopreti di Guastalla

A metà degli anni ’80, dopo pranzo, guardavo Smile su Italia 1. Gerry Scotti, con i capelli lunghi, senza panza e non ancora difensore della Famigghia, presentava candid camera italiane e straniere, c’erano le rubriche “That’s incredible” e soprattutto quella delle lettere. Gerry sedeva dietro un tavolo trasparente e al suo fianco c’era un immenso sacco di juta con banda tricolore e la scritta PT (che non era Pistoia ma la sigla dell’allora Poste e Telegrafi), pescava una busta e leggeva la lettera di un ascoltatore. A me ‘sta cosa piaceva tantissimo, così come l’idea che un giorno, forse, avrei ricevuto tanta di quella posta da avere un postino tutto per me, che girava la città con sacchi di juta sulle spalle come quelli che riceveva Gerry. Inutile dire che non avremmo sentito parlare di e-mail per almeno altri dieci anni, miei giovani insopportabili, cibernetici lettori.

Ecco, fino a qualche tempo fa, quando arrivavo a casa la sera e, aprendo la casella di posta, leggevo “40 mail non lette” ero contento proprio immaginandomi amato dal popolo. E poco mi importava di scoprire che almeno due terzi delle mail erano Penis Enlargment o Viagra for free. Se vi ricordate, ero contento anche quando il generale Jean-Paul Perruche mi invitava alle colazioni al Senato francese (tra l’altro, questo Circle de Brienne continua a mandarmi inviti ma mai che mi abbia invitato quando ero a Parigi!). Ho iniziato a incazzarmi un po’ di più quando un tale Andrea Agostini, che non mi dispiace affatto di sputtanare qui, ha iniziato a mandarmi mail quotidiane in cui mi spiegava come gira il mondo, dagli effetti dell’inquinamento da meteorismo sulle bacche di ginepro della penisola della Malacca alle responsabilità di Stati Uniti (e Israele) in qualsiasi tragedia della storia, compreso il ruolo del generale Schwarzkopf alle Termopili. Però è bastato inserire il suo indirizzo tra gli indesiderati e ogni giorno la sua mail finiva comodamente nel cestino. Da qualche mese, però, la situazione si è fatta fastidiosa visto il martellare di spam da parte di sedicenti Poste Italiane e Banca di Roma. Le mail ogni sera erano ormai ottanta e iniziavano ad anchilosarmisi (bello eh? Compitate con me a-n-c-h-i-l-o-s-a-r-m-i-s-i!) le dita cliccando 75 volte su “Elimina”. Anche qui, è bastato passare a Gmail che ha un migliore filtro spam e la situazione era ritornata calma. Fino a stasera.

Mi è arrivata una mail dalla Diocesi di Reggio Emilia – Guastalla firmata dal direttore dell’Ufficio Beni Culturali che mi propone una borsa di studio per una ricerca sulla vita della Beata Giovanna Scopelli. Ora, al di là che, avido come sono, ho dato un’occhiata alla vita della Beata e davvero non so che cacchio di ricerche si possano fare sulla sua vita (e ve lo dice uno che ha studiato un santo in altalena, dei bagni di sangue e la lebbra), la vera domanda è: come è possibile che gmail, così effiace e accorto, non abbia capito che la diocesi di Guastalla è molto più spam di Poste Italiane&Penis Enlargement messi insieme?

Ad ogni modo, sono nel database dell’Ufficio Diocesano per i Beni Culturali di Reggio Emilia che, come un qualsiasi disperato ente erogatore di spam, ci tiene a farmi sapere che il mio indirizzo “è stato tratto da siti web o da e-mail ricevute”.

Lo sapevo che a frequentare certi siti si fanno brutti incontri…


Vi lascio con il sito dei carmelitani, su cui potete trovare la vita della Beata (molto new age, non so perché BXVI non dica nulla) e con la sigla di Smile, io vado a cancellare il mio indirizzo da tutti i siti zozzi.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. preti spam gerry scotti santi e beati

permalink | inviato da suibhne il 7/8/2007 alle 1:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Link
Cerca

Feed

Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte


Potete contattarmi qui:

suibhne@hotmail.com



tumblr.


friendfeed


last.fm



BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

 

Technorati Profile
Add to Technorati Favorites


Zeitgeist







IL CANNOCCHIALE